MONDAY MORNIN' INSPO #1 - @lammaigal

0 comments


C'è chi il lunedì mattina ha bisogno di 5 minuti in più e chi come me avvia Instagram certa di trovare la foto di qualche delizioso cibo postata da Michael Gardenia, @lammaigal.

Lasciatevi ispirare e prendete questo lunedì alla leggera, senza la tristezza di un week-end volato via ma con la consapevolezza di una settimana piena di nuovi giorni in cui fare mille cose e di un imminente nuovo fine settimana!


____________________



On Monday's morning there are people who ask for 5 minutes more and then there is me, that I wake up and open Instagram being sure to find a tasty food pic from Michael Gardenia, @lammaigal.

Be inspired and don't think to much to the last week-end. A new week is starting and is full of days to be lived and a new week-end is awaiting!

week-end crafts #1 - spring it up!

0 comments


via loreta - allthebeautifulthings

"WEEK-END CRAFTS è la rubrica del fine settimana dedicata alle piccole cose manuali. Ogni settimana vi suggerirò impieghi veloci che occuperanno il vostro tempo e magari anche le manine dei più piccini."
Questa settimana è dedicata alla primavera: è ora di riempire balconi, terrazzi e giardini di mille colori. E perché no, anche la casa!

tutorial
tutorial
tutorial
tutorial
tutorial
tutorial
-


#IKEAtemporary

0 comments

Per la prima volta IKEA apre un temporary store e decide di farlo nella zona più curiosa, movimentata e cool di Milano: i Navigli! Esattamente in Via Vigevano, il colosso svedese ha occupato i tre piani di un palazzo che ospitava, un tempo, uno showroom. 

Mancano meno di dieci giorni all'inaugurazione di EXPO 2015 e gli svedesi ci hanno messo faccia e cuore e hanno ricreato un ambiente a tratti metropolitano a tratti contadino. Già perché la prima cosa che ci accoglie all'ingresso è una serie di scatole di latta dove vi sono piantati pomodorini, erbe da cucina e altre piante da frutto (tutte acquistabili negli store della catena) mentre sulla nostra testa corre un filo con tanto di bucato steso al sole!

Sempre all'ingresso vi sono un bar e tavolini dove rilassarsi e godersi un caffé svedese o cinnamon rolls.
Ma arrivato il momento di entrare veramente l'unica cosa che pensi è "QUALE SARA' L'INGRESSO?" Non c'è segnaletica. Né dentro né fuori. Abituata all'ordine e al regime svedese nei normali Ikea store, la mancanza di un percorso obbligatorio ha fatto insorgere in me diversi dubbi. Da dove si inizia? Come devo osservare l'esposizione per essere curiosa riguardo al cibo? Tralasciando la cafonaggine di certa gente che vedendoti sbagliare porta sa solo dire "Guarda questi scemi che non capiscono che questa è l'uscita", la mancanza di segnaletica mi ha portata a girovagare a vuoto.

Lo spazio è molto ampio, ho avuto modo di constatare che sono talmente Ikea addicted da possedere quasi tutti gli utensili da cucina in esposizione e ho apprezzato moltissimo alcuni suggerimenti per la decorazione e la modulazione delle cucine che finalmente si affacciano sulla problematica delle barriere architettoniche.

via: @alvin_tjitrowirjo @design_anthology @inredningshjalpen

Una delle novità presentate che più mi ha colpita sono gli elementi per la decorazione di giardini e terrazzi in sughero. E' una di quelle soluzioni sostenibili inaspettata e gradevole sia alla vista che al tatto. Eh si, ho apprezzato più i 5 metri quadri di esposizione dedicati a piante e terrazzi che non tutto quel che si incentrava sul cibo. A tal proposito, lo spazio espositivo principale si divide in una zona dimostrativa con qualche stand dove sono riposti gli elementi acquistabili e poi vi sono la zona garden e una micro bottega svedese dove acquistare le nuove polpette vegane!

via: ikea.com

Ma non avevamo parlato di tre piani?
Terminato il giro dell'esposizione principale e avvicinandoci alle casse, ci si apre di fronte una breve scalinata che porta al ristorante Ikea. Accanto a questa vi è una scalinata più lunga che porta al piano inferiore: lo stupore per l'ambiente cosi scuro e vuoto mi ha quasi sconvolta. La luce naturale illumina una cucina professionale che, a quanto pare, verrà utilizzata per diversi eventi ancora sconosciuti per i quali Ikea consiglia di tenere sott'occhio il sito ufficiale per rimanere aggiornati su tutti gli avvenimenti.

via: @mirkotanzi @ivannirkov @ikeatemporary

E voi ci siete già stati? Avete acquistato qualcosa o assaggiato le nuove veggie balls?

____________________


For the first time ever IKEA owns a temporary shop right in the coolest part of Milan: the Navigli. It is located exactly in Via Vigevano.
We are now so close to EXPO 2015 inauguration date and Ikea wanted to be part of this global event about food with his kitchens and with a certain metropolitan and rural feeling that you can clearly sense from the entrance door: a little bar surrounded by potted aromatic plants and fruit trees.
Is all about food: Ikea presented kitchens with easy handicap access and new sustainable decorations for balconies and gardens made with cork.
The temporary store occupies three floors: the main one is about kitchens, dining room and cooking utensils, plus a little shop where you can buy the new Veggie Meatballs. Second floor is dedicated to Ikea's restaurant and the third and last one, the basement floor, guests a professional kitchen where Swedish and Italian cooks will have show cookings in the next months.
For more info visit ikeatemporary.com

new beginnings

2 comments

via: banjosandbibles.tumblr.com
I nuovi inizi non sono altro che briciole di euforìa travestite: ti affascinano con la voglia di strafare e di creare immaginarie linee per aria che, sei convinto, si uniranno in qualcosa di buono.
Ricorderete il mio vecchio blog, aredheadinwonderland. Ebbene, eccoci alla versione 2.0, eccoci di fronte alla nuova versione di  m e . Sei anni, 50.000 visualizzazioni dopo e tanti, tanti modi di essere disfatti e nascosti sono finalmente io. E nulla, oggi, riesce a soddisfarmi come la consapevolezza di iniziare un percorso nuovo, su un fondo b i a n c o che sa di bucato fresco, di primavera, di inizio.

Questo blog nasce in sfida al mio difetto principale: iniziare mille cose, terminarne zero. Sono quella che inizia la dieta Lunedì e il Mercoledì sta già affondando i denti in una pizza. Eppure adoro lasciarmi trasportare da questa nuova idea di potercela fare e di poter finalmente far vedere un po di più di quel che riesco a esprimere normalmente.

Non ho aperto il blog con l'intento di raggiungere fama e gloria, non ho deciso di impostarlo come un fashion blog, un food blog o altro. Ho deciso che volevo parlare di ciò che mi sta a cuore e metterlo nero su bianco.


____________________


New beginnings are nothing more than crumbs of euphoria:they fascinate you with the idea of imaginary lines that meet and give birth to somethin' good.
Some of you may remember my old blog, aredheadinwonderland. Well, we're now to the updated version of  m e. After six years and more than 50,000 visits and after a lot of ways of being I finally found myself. And nothing, today, can satisfy me more than the awareness of starting a new path on a white background that smells of fresh laundry, spring and of a new beginning.

This blog was born to face my worst lack: I start thousands of things but I end none. I am that kind of person that starts diet on Monday and ends to be caught with pizza in her mouth at just Wednesday. But I just love the idea of succeeding at something and most of all to be able to share more of what I feel.

I didn't open this blog to reach fame and glory, nor to give it a fashion blog or food blog layout. I just decided that I wanted it to be a place where I could talk of what I love and writing it black on w h i t e .

Instagram

© onto the white. Design by MangoBlogs.